6a00d8341c018253ef01b7c6eb2884970b-600wi

LAURENCE ET RÉMI DUFAÎTRE

DOMAINE 

BOTHELAND

Rémi Dufaître è un personaggio indubbiamente originale e fuori dagli schemi. Trascorrere qualche ora in sua compagnia è un esperienza della Francia rurale e “profonda” che non si ottiene nemmeno con decine di viaggi tematici.

 

Attivo dal 2006, Rémi ha iniziato a imbottigliare e vendere il suo vino nel 2010. Quando Jean Foillard caposcuola unitamente al compianto Marcel Lapierre della rinascita qualitativa del Beaujolais ebbe ad assaggiare la sua prima cuvée, ne rimase così colpito che fece di Dufaître il suo pupillo, ponendolo da subito in una posizione di rilievo nell'ambito del movimento dei vini naturali della regione.

 

I vini di Botheland da sempre votati ai più intransigenti metodi naturali di produzione, sono negli anni divenuti ambiti e ricercati nel dinamico e selettivo ambiente dei bar à vins naturali di Parigi finendo per essere di tendenza. Tutte le cuvées di Dufaître vengono avviate alle fermentazioni in tini di cemento scoperti previo la tipica tecnica del Beaujolais della macerazione carbonica. Gli affinamenti avvengono a seconda dei vini in cemento o in botti troncoconiche in legno usato da 50 hl. Naturalità, bassissimo interventismo e una dose da nulla a minima di solforosa sono il lascito della mano di Rémi ai suoi vini.

Zona:

St. Etienne des Oullières, Beaujolais

 

Appellazione principale:

Beaujolais Village, Brouilly, Côte de Brouilly, Julienas

 

Ettari vitati:

11

Varietà coltivate:

Gamay, Chardonnay

 

Regime agronomico:

Naturale integrale

 

Fermentazioni spontanee:

 

Bottiglie mediamente prodotte:

90000 annue

logo_botheland.jpg